Oggi su Wellness Farm

La colazione più saziante e ricca di proteine

La colazione più saziante e ricca di proteine

Legumi e gas: ecco come evitarlo!

Legumi e gas: ecco come evitarlo!

Dessert a base di legumi per non rinunciare al dolce

Dessert a base di legumi per non rinunciare al dolce

Sleep divorce, dormire separati fa bene al tuo sonno

È bello dormire insieme, addormentarsi abbracciati, sentire il tepore della persona ama vicino a noi. Ma se russa o si muove continuamente? Diventa un percorso a ostacoli tra risvegli, rumori molesti, notti di sonno ben poco riposanti. Allora perché non adottare lo sleep divorce?

È sempre più comune che le coppie decidano di dormire in letti separati, o addirittura in stanze separate. Il trend arriva dagli Stati Uniti e l’American Academy of Sleep Medicine lo ha appurato con un sondaggio tra gli americani. Si è scoperto che un terzo delle persone in coppia dorme – occasionalmente o stabilmente – in un’altra stanza.

Il motivo è preservare la qualità del sonno. Se ti svegli senza aver riposato bene, forse una scelta saggia potrebbe essere smettere di condividere il letto per dormire. Quanto sia importante dormire lo sappiamo tutti. E lo sa bene soprattutto chi dorme male!

Dormendo poco o male diventiamo più irascibili, siamo meno produttivi, meno concentrati, meno felici. Gli studi hanno dimostrato inoltre che la coppia diventa più conflittuale quando una delle due persone attribuisce all’altro i propri problemi di sonno.

L’unico lato negativo dello sleep divorce, dicono gli esperti, è che la relazione potrebbe risentirne se uno dei due membri della coppia non condivide questa separazione temporanea nelle ore notturne. Fate i vostri conti.

Foto di Quin Stevenson su Unsplash

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese