Oggi su Wellness Farm

Plaid Nails per la manicure invernale

Plaid Nails per la manicure invernale

Olio 31 contro mal di gola e raffreddore

Olio 31 contro mal di gola e raffreddore

Cellulite? Inziamo a combatterla d’inverno!

Cellulite? Inziamo a combatterla d'inverno!

Tutte le diete sono efficaci, basta non mollare!

Le diete sono tutte efficaci, basta non arrendersi. La low-carb (con pochi carboidrati) fa perdere più peso, nell’arco di sei mesi l’ago della bilancia scende di circa 8,7kg, mentre le altre lo fanno calare di 7. Nel giro di un anno tutte le diete danno risultati, eliminando i chili di troppo. Il segreto sta nel non gettare la spugna, ma seguirle con costanza, senza saltare da un regime alimentare all’altro. Questo è quanto sostengo i ricercatori della McMaster University di Hamilton, Ontario, in una ricerca pubblicata sul Journal of the American Medical Association (JAMA).

La ricerca ha messo a confronto i risultati di circa 50 studi condotti su 7.300 persone di 46 anni, in sovrappeso o addirittura obese. Le diete prese in esame vanno dalla Atkins, con pochi carboidrati, alla newyorkese Weight Watchers, detta anche dieta a punti che comprende un programma motivazionale ed educativo come supporto, dalla Zona, che tiene sotto controllo il livello di insulina, alla Craig, passado per la Learn e la Ornish. Dalla South Beach, che si focalizza sull’indice glicemico alla Nutrysystem, che prevede pasti preconfezionati. Infine vengono menzionate la dieta Slimming World, che elimina i grassi, mentre altri cibi si possono mangiare a volontà, e la Rosemary Conley, una combinazione tra dieta e fitness con pochi grassi e a basso indice glicemico. Funzionano tutte, quella a basso contenuto di carboidrati ha fatto perdere, infatti, in media 8 chili e 700 grammi in 6 mesi, seguita da quella con pochi grassi con la quale si è dimagriti quasi 8 chili. Le altre, invece, hanno fatto perdere indicativamente 7kg in sei mesi. Dopo un anno i chili persi hanno oscillato in media dai 9 ai 12: “Le differenze sono minime”, hanno sottolineato gli autori dello studio. “I risultati – hanno aggiunto – dovrebbero incoraggiare medici e pubblico”. I ricercatori, però, hanno ribadito che le diete vanno seguite alla lettera e con costanza perché diano i risultati sperati: “Si può anche cambiare regime – hanno spiegato – se ciò equivale ad una maggiore aderenza alla dieta. L’importante è non mollare”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese