Oggi su Wellness Farm

Smagliature addio con l’avocado

Smagliature addio con l'avocado

Un frullato abbronzante

Un frullato abbronzante

Come proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine

Come proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine

Una pillola contro i capelli bianchi

Sconfiggere i capelli bianchi con una pillola? Dai laboratori Oreal arriva una notizia che potrebbe contribuire all’estinzione dalla faccia della Terra delle teste brizzolate: i ricercatori della casa francese hanno dichiarato di aver individuato l’estratto di un frutto, rigorosamente top-secret, in grado di sconfiggere l’incanutimento. Nel 2015 dovrebbe essere così messo in commercio un preparato in grado di mantenere intatto il colore della capigliatura.

Con il passare degli anni i capelli tendono a ingrigirsi e la causa di ciò sta nei melanociti (cellule che producono melatonina, ovvero il pigmento del colore) che si trovano all’interno del follicolo. Secondo i ricercatori francesi, le cellule che producono il colore non muoiono tutte a causa dell’invecchiamento e quelle che sopravvivono smettono di fare il loro “lavoro”: “Questo è molto importante – ha dichiarato Bruno Bernard, a capo della ricerca – perché fintanto che alcune di queste cellule sopravvivono, noi possiamo riattivarle e fermare il processo di incanutimento”. Lo studio, finanziato dell’Oreal, ha preso in esame per ben otto anni 13 mila volontari di età compresa tra i 35 e i 60 anni. In questo lasso di tempo, molti volontari hanno perso i capelli o li hanno visti ingrigirsi. L’estratto del frutto misterioso avrebbe il compito di far tornare al lavoro i melanociti. Bernard ha spiegato: L’ideale sarebbe incominciare ad assumerlo giornalmente prima che i capelli diventino grigi, poiché non crediamo che sia in grado di funzionare una volta che il processo di incanutimento è già avviato.

La ricerca ha anche messo in evidenza l’esistenza di due geni uno dei quali è responsabile della canizie precoce (quando i capelli diventano bianchi prima dei vent’anni) mentre l’altro sarebbe coinvolto in quella fisiologica, legata all’invecchiamento. Gli esperti hanno ipotizzato anche una componente genetica della calvizie che, se individuata con precisione, potrebbe portare alla scoperta di trattamenti in grado di sconfiggerla.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese