Oggi su Wellness Farm

Onicomicosi? Ecco i rimedi naturali!

Onicomicosi? Ecco i rimedi naturali!

Blushing nails, ecco come farla!

Blushing nails, ecco come farla!

Sole e capelli, la maschera protettiva la puoi fare in casa!

Sole e capelli, la maschera protettiva la puoi fare in casa!

Nella giungla delle diete, arriva il Libro Bianco

Tutta la verità sulle false diete, arriva il Libro Bianco dell’Associazione nazionale dietisti. Il campo della nutrizione è diventato una vera e propria giungla selvaggia con persone che si spacciano da esperti pur non avendo le competenze previste dal Ministero della Salute. L’appilcazione della dietetica e della nutrizione umana all’individuo, però, sono una cosa estremamente seria, non un gioco per far dimagrire o stendere un menù.

L’allarme arriva dall’Associazione Nazionale Dietisti (Andid.it) che nel volume “L’offerta formativa universitaria in nutrizione umana” ha messo nero su bianco la criticità e le problematiche di un mondo che negli ultimi vent’anni ha avuto uno sviluppo enorme ma senza una precisa regolamentazione. Per questo motivo i professionisti auspicano l’istituzione di Master professionalizzanti e l’alimentazione di un confronto collaborativo tra associazioni rappresentative delle professioni e mando accademico, in modo che si elevi la qualità formativa e professionale, presupposto indispensabile per rispondere in modo adeguato ai bisogni di salute della popolazione. Il libro è stato presentato al Ministero della Salute durante il convegno “Formazione e bisogni di salute” in collaborazione con il Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie (Conaps.it).

Questa situazione riguarda un po’ tutte le professioni in ambito sanitario: “Organizzare il libro bianco è stato molto complesso – spiega la presidente Andid, Giovanna Cecchettoma anche interessante. È un’opera importante soprattutto per le Istituzioni, perché cerca di offrire una dettagliata e strutturata lettura di un panorama molto frammentato che rende difficile identificare punti di convergenza e di sinergia tra le logiche del mondo accademico, orientate a fornire cultura, conoscenze e competenze, ma fortemente condizionate dalla scarsità delle risorse economiche e inserite in un contesto di piena autonomia, e le logiche del mondo sanitario, orientate alla promozione e tutela della salute e alla sicurezza dei cittadini. Il nostro auspicio è che il Libro Bianco possa dare un contributo positivo per il futuro”.

In realtà quello che accade nel pianeta delle diete è comune a tutto il mondo delle professioni sanitarie: “Un problema – spiega Antonio Bortone che presiede il Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie (Conaps) – che non riguarda solo il lavoro e chi lo svolge legalmente con i titoli ufficiali e corretti, ma soprattutto la salute delle persone. Questo Libro Bianco dei dietisti italiani è non solo benvenuto, ma apre la strada ad iniziative analoghe di altre associazioni impegnate a far valere il proprio valore e la propria qualità professionale a garanzia del cittadino utente”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese