Oggi su Wellness Farm

Smagliature addio con l’avocado

Smagliature addio con l'avocado

Un frullato abbronzante

Un frullato abbronzante

Come proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine

Come proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine

Metabolismo più veloce? Ecco la dieta ciclica

La prova bikini è alle porte, in molti staranno pensando a un rimedio per correre ai ripari. Di regimi alimentari ce ne sono a iosa e, fermo restando che sarebbe sempre meglio rivolgersi a uno specialista, oggi parliamo della dieta ciclica.

Nella dieta ciclica si alternano giorni in cui si consumano pochi carboidrati e molte proteine e grassi a periodi in cui si fa l’opposto ovvero si segue un’alimentazione ricca di carboidrati e povera di proteine e grassi. Questo metodo pare essere molto efficace nella perdita di peso in quanto lo sbalzo di calorie e macronutrienti non permette al corpo di adattarsi e il metabolismo così diventa più veloce. Il modo migliore per seguire questo regime alimentare è quello di effettuare una ripartizione standardizzata di questi macronutrienti (proteine, carboidrati e grassi), in modo da organizzare la propria alimentazione su una base ciclica.

La dieta ciclica più famosa è la dieta chetogenica ciclica a due fasi: la prima fase propone cinque giorni o sei giorni a settimana a basso consumo di carboidrati. La seconda invece (chiamata fase ricarica) uno o due giorni ad alto consumo di carboidrati, di norma nel fine settimana, iniziando il venerdì sera. Questo tipo di alimentazione è particolarmente indicata per coloro che fanno molta attività fisica (soprattutto bodybuilding) in quanto nella fase di ricarica vengono rifornite le riserve glicogeni dei muscoli per un’intera settimana. Proprio in questa fase vanno consumati 10-12 grammi di carboidrati per ogni chilogrammo di peso corporeo. Il primo pasto della fase ricarica va consumato dopo l’ultimo allenamento del venerdì, in questo momento, infatti, il corpo desidera maggiormente i carboidrati. I grassi previsti non devono mai sperata una certa quantità di grammi in rapporto al proprio peso. Chi pesa 60kg, ad esempio, non dovrebbe consumare più di 60 grammi di grassi, che ne pesa 70, non più di 70 grammi. L’obiettivo è quello di spingere il corpo ad usare i grassi e non i carboidrati per ottenere energia, in questo modo la dieta ciclica permette di massimizzare la massa magra e di ridurre il grasso corporeo.

Durante la dieta è meglio preferire carboidrati a basso indice glicemico, ovvero inferiore o pari a 35. Una dieta come questa potrebbe avere degli effetti collaterali. Meglio rivolgersi a un medico prima di iniziarla.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese