Oggi su Wellness Farm

Il ritorno in palestra: come scegliere quella giusta

Il ritorno in palestra: come scegliere quella giusta

Bibite senza alcol, è sempre tutto vero?

Bibite senza alcol, è sempre tutto vero?

Lo yoga mat interattivo

Lo yoga mat interattivo

Dimagrire camminando? Ecco cosa devi sapere

Finita l’estate, specialmente se durante le vacanze ci siamo impigriti (o come preferiamo dire riposati), è il momento di tornare alle buone abitudini. Tra cui un po’ di sana attività fisica. Anche senza massacrarsi in palestra c’è modo di rimettersi in forma in modo semplice. Basta sapere come fare.

Parliamo di camminata e di come sia possibile dimagrire facendo questa semplicissima attività quotidiana. Per quanto a lungo? Con che cadenza? A che ritmo? Sono domande a cui risponderemo per capire come dimagrire camminando senza troppi sforzi. E godendosi il paesaggio, che siano ancora gli ultimi scampoli di vacanza o le prime settimane di un radioso autunno imminente.

La raccomandazione di base è sempre quella di iniziare in maniera graduale ma tendenzialmente si consiglia di fare circa 10.000 passi al giorno per mantenersi in buona salute. Bisogna considerare anche che per dimagrire dobbiamo creare uno squilibrio tra calorie che entrano e calorie che consumiamo. Per dimagrire si inizia sempre dalla tavola con un’alimentazione curata.

10.000 passi dunque bastano? No, se poi a tavola si mangia senza moderare quantità e regolare qualità del cibo. Tuttavia la camminata, specialmente se regolare, può aiutarci a dimagrire anche se si tratta di un’attività a basso impatto.

Una regola aurea non c’è ma c’è una semplice verità: è la regolarità a fare la differenza. Andare a camminare con costanza tutti i giorni, anche solo per mezz’ora, è più efficace che percorrere chilometri su chilometri una volta a settimana. Via via che ci sentiamo più allenati e comprendiamo quale sia il nostro livello di attività ideale possiamo sempre incrementare. O magari passare alla corsa, se ce la sentiamo.

E il ritmo? Anche qui dipende da noi e dalla nostra forma fisica attuale e può variare in base a quanto ci sentiamo allenati ma anche da un giorno all’altro. L’attività fisica non procede per forza sempre in avanti, se certi giorni ci sentiamo meno performanti non pretendiamo troppo. Ascoltiamo il corpo, rallentiamo, poi ripartiamo da lì.

Influiscono anche peso, età, sesso. In media, una persona che conduce una vita abbastanza sedentaria che inizia a camminare gradualmente può consumare circa 270 calorie l’ora se tiene un passo da 5 km orari. Cambiare ritmo via via ci farà consumare di più, ovviamente.

Infine la domanda regina: quanti minuti al giorno è necessario camminare? Per cominciare possono bastare 20-30 minuti ma il ritmo che si tiene, il luogo in cui si cammina e tutti i fattori citati sopra possono incidere in modo notevole. Anche qui è bene ascoltarsi e tarare l’allenamento sulle proprie sensazioni personali. L’ideale, secondo le raccomandazioni degli esperti, sarebbe camminare una media di due ore e mezza a settimana.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese