Oggi su Wellness Farm

Astenia primaverile, come combatterla

Astenia primaverile, come combatterla

La ricetta dello smoothie banana e avocado

La ricetta dello smoothie banana e avocado

Iniziare a correre a fine quarantena: qualche consiglio

Iniziare a correre a fine quarantena: qualche consiglio

I consigli per scegliere il personal trainer

Non è sempre facile trovare il tempo per andare in palestra o allenarsi con qualche amico per trovare la giusta motivazione. Una soluzione alternativa? Scegliere un personal trainer che ci segua in modo personalizzato adattandosi ai nostri orari e alle nostre esigenze.

I vantaggi di allenarsi con un personale trainer sono tanti: attenzione dedicata esclusivamente a voi; un programma di allenamento su misura; giorni e orari che si adattano alla vostra agenda personale. Ma come scegliere il personal trainer giusto?

Bisogna tenere in considerazione alcuni fattori importantissimi per non sbagliare e affidarsi alla persona giusta. Deve essere (ovviamente) un professionista ma anche ispirarci fiducia in modo da instaurare il feeling necessario per essere costanti e motivati.

La prima cosa da fare è assicurarsi che il personal trainer non sia improvvisato ma abbia titoli specifici che garantiscono sulla sua formazione professionale. Chiedete un colloquio e indagate su tutto quello che ritenete giusto senza timore di fare troppe domande.

È molto utile anche fare una sessione di prova, ovviamente retribuita. In questo modo ci si accorge “sul campo” se c’è feeling e se il personal trainer è una persona attenta che ci segue con cura e ci corregge. Chi ha poco tempo per allenarsi a sceglie il personal trainer ha bisogno che l’allenamento sia massimizzato dunque poche perdite di tempo e poche chiacchiere inutili: si va dritti al sodo.

Il personal trainer ideale deve essere capace anche di modulare l’allenamento secondo le nostre preferenze. Che non significa evitare di farci fare gli esercizi che troviamo più duri ma adattare l’allenamento in modo che tutti trovino la motivazione a continuare eseguendo una routine piacevole e non mortalmente noiosa.

Con il tempo, poi, il personal trainer deve insegnarci anche a diventare autonomi in modo da poter eseguire l’allenamento anche quando siamo soli evitando di farci male. Per questo è importante che sia in grado di spiegare come un esercizio agisce e quali errori evitare anche senza la sua guida.

Infine, il giusto personal trainer deve essere anche aggiornato e pronto a introdurre nella routine di allenamento variazioni che rendono la routine più dinamica e movimentata per evitare che l’eccesso di monotonia ci faccia mollare alla prima difficoltà.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese