Oggi su Wellness Farm

Cellulite addio con bicarbonato e miele

Cellulite addio con bicarbonato e miele

3 frullati per le gambe pesanti

3 frullati per le gambe pesanti

Gambe pesanti, gel effetto freddo fai da te

Gambe pesanti, gel effetto freddo fai da te

Influenza in agguato? Ecco cosa fare

Etciù. Scusate il termine onomatopeico, ma questo è il suono che più di ogni altro sento in questo periodo. Il raffreddore e l’influenza dilagano. Tante le persone con febbre e naso chiuso, tosse e mal di testa, come fare? Io, per prevenire, ho la mia bella echinacea in gocce e nessuno me la toglie (quest’anno facendo gli scongiuri, ancora non mi sono ammalata), ma cosa fare quando il virus è in corso? Ecco alcuni rimedi naturali per alleviare i sintomi dell’influenza…

Per rinforzare le difese immunitarie, di grande aiuto è l’aglio. Ricco di potassio e germano è un vero toccasana. Ma, per il bene di chi vi circonda (soprattutto se ci tenete ancora a una vita sociale), meglio prenderlo in capsule (si trovano anche in erboristeria), onde evitare di impregnarvi del suo odore, non propriamente piacevole. Ottimo  pure il tè verde che favorisce l’eliminazione dei ceppi di batteri. Inoltre, come abbiamo spesso evidenziato, è uno dei migliori antiossidanti  che Madre Natura ci mette a disposizione. Come non menzionare lo zenzero? Scioglie il muco e libera i bronchi. Lo potete assumere sottoforma di decotto o tisana. A tal proposito, vi consiglio lo Yogi Tea, ricco di zenzero, è una bevanda ottima da degustare e che fa tanto bene alla salute. Un antibiotico naturale, invece, è l’estratto delle foglie di olivo: antibatterico, antimicotico, antinfiammatorio ha anche delle proprietà antiossidanti e combatte l’invecchiamento.

La tradizionale tazza di latte caldo con il miele, poi, è buona contro il mal di gola. Per sciogliere il catarro sono da provare i fumenti con camomilla, bicarbonato o, ancor meglio, con l’olio essenziale di eucalipto. Vi aiuteranno a liberare le mucose nasali. Se poi l’influenza è della peggior specie, allora non resta che chiamare il medico.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese