Oggi su Wellness Farm

Un succo verde contro il mal di testa

Un succo verde contro il mal di testa

Cosigli per affrontare le abbuffate di Natale

Cosigli per affrontare le abbuffate di Natale

Jovanotti e la dieta Bulletproof

Jovanotti e la dieta Bulletproof

Bagni di fieno in Alto Adige

Le vacanze in montagna sono tra le più rilassanti. Il Trentino Alto Adige poi offre scenari meravigliosi per una vera e propria full-immersion nella natura. In queste splendide terre nasce anche un trattamento di bellezza dagli effetti “miracolosi”: il bagno di fieno. Oggi conosciuta anche come fitobalneoterapia,  questa antica tradizione è stata scoperta dai contadini che, soliti consumare le loro ore di riposo sul fieno tagliato per le mucche, per primi si sono resi conto dei benefici di questa pratica. Infatti si risvegliavano ritemprati e rinvigoriti.

Nasce così uno dei trattamenti di bellezza più in voga e più efficaci del momento. Ma come si esegue il bagno di fieno? Innanzitutto il fieno in questione, che contiene erbe officinali dell’alta montagna tra le quali timo, arnica, potentilla, genziana, achillea e valerianella, viene tagliato e  raccolto all’alba oppure la sera tardi quando è imbevuto di rugiada. Poi viene immerso in delle grandi vasche dove viene lasciato per alcuni giorni a fermentare. Successivamente è possibile immergervisi completamente nudi, con una protezione solo per il capo. L’immersione dura dai 15 ai 20 minuti la prima volta fino ad arrivare, gradualmente, a 30. I letti d’erba sono spessi 50-60 centimetri e raggiungono la temperatura di 40 gradi negli strati superficiali, mentre in profondità possono toccare anche i 70. Successivamente la persona sottoposta al trattamento viene coperta e lasciata riposare per 40-60 minuti su un lettino in una stanza apposita. La sudorazione si protrae per circa 3-4 ore e lascia una lunga sensazione di benessere. Oltre all’effetto rilassante dovuto al calore, i bagni di fieno rendono la pelle più tonica, grazie alla stimolazione della circolazione periferica, e liscia, per la forte sudorazione e per l’assorbimento dei principi attivi delle erbe.

Ti potrebbero interessare anche:

2 commenti to "Bagni di fieno in Alto Adige"

  1. alice ha detto:

    Questo proprio non lo sapevo. Vado sempre in vacanza in montagna e quest'anno voglio provare la terapia da voi consigliata. Grazie, da quanto leggo date notizie molto interessanti. ho visitato le altre categorie e voglio farvi i miei complimeti. Date consigli chiari e di facile applicazione.

  2. Francesca ha detto:

    Grazie Alice e buon bagno di fieno, facci sapere com'è andata… 😉

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese