Oggi su Wellness Farm

Nike può farti ringiovanire in volo? Non proprio, ma quasi: ecco come

Nike può farti ringiovanire in volo? Non proprio, ma quasi: ecco come

Ecco cos’è il Kunyaza: piacere femminile al primo posto

Ecco cos’è il Kunyaza: piacere femminile al primo posto

Come si tiene in forma Cameron Diaz? A forza di jogging, pilates e pesi

Come si tiene in forma Cameron Diaz? A forza di jogging, pilates e pesi

Un impacco naturale contro la forfora

impacco_naturale_forfora

Molte persone soffrono di forfora. Un problema davvero fastidioso, può provocare prurito ed è anche piuttosto antiestetico. Per combatterlo però vengono in auto ingredienti naturali che è possibile trovare in cucina e con cui preparare un impacco benefico per capelli e cuoio capelluto.

Ecco gli ingredienti per un impacco naturale contro la forfora: olio d’oliva, limone e uova.
Per ottenere questo impacco ad azione antisettica ma anche rivitalizzante, dovete mescolare insieme tre cucchiai di olio di oliva, il succo di mezzo limone e il tuorlo di un nuovo. Dopo aver mescolato bene questi ingredienti fino ad aver ottenuto un composto omogeneo, dovrete applicarlo sui capelli e tenerlo in posa per circa trenta minuti, tenendolo coperto, magari con della carta stagnola, per evitare che coli. Dopodiché, potete risciacquare con acqua tiepida.

Per distribuire un impacco sulla chioma è meglio partire dalla radice dei capelli per evitare che solo parte del composto raggiunga il cuoio capelluto. Inoltre è sempre meglio utilizzare uno shampoo neutro che non provochi irritazioni alla cute o alterazione alla normale produzione delle ghiandole sebacee. Per quanto riguarda la forfora, è importante anche avere cura dell’alimentazione. Bisogna mangiare alimenti ricchi di vitamine e antiossidanti. Importante anche l’assunzione di grassi Omega-3. Fondamentale pure bere molta acqua e consumare dosi adeguate di frutta e verdura.

Combattere la forfora è possibile e con questo impacco naturale è ancora più semplice e sicuramente poco dispendioso. Provare per credere!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese