Oggi su Wellness Farm

Crossfit yoga e arti marziali così si allena Amber Heard

Crossfit yoga e arti marziali così si allena Amber Heard

Allenarsi come Wonder Woman, cioè come Gal Gadot

Allenarsi come Wonder Woman, cioè come Gal Gadot

I migliori sport acquatici per mantenersi in forma in estate

I migliori sport acquatici per mantenersi in forma in estate

Tumore: una vita sana riduce del 40% il rischio di ammalarsi

vita-sana-tumoreUna vita sana riduce del 40% il rischio di ammalarsi di tumore. La scoperta dell’acqua calda, direte voi. Ma ora uno studio condotto da un gruppo di scienziati della Harvard Medical School è riuscito a quantificare i benefici che si ottengono, in termini di riduzione del rischio di ammalarsi di cancro, in relazione a determinati stili di vita.

I ricercatori hanno esaminato 136 mila americani bianchi, valutandone le abitudini e rilevando il loro stato di salute. Ne è emerso che tra le persone che conducevano una vita sana, il rischio di tumore si riduceva tra il 20% e il 40%.
I fattori principali considerati per valutare le condizioni di vita del campione di volontari erano: fumo, attività fisica, consumo di alcol, peso. Gli scienziati hanno redatto delle vere e proprie regole che se vengono seguite alla lettera sconfiggerebbero del tutto il rischio di ammalarsi:

  • Non fumare o comunque smettere di farlo
    Fare almeno due ore e mezzo di attività fisica durante la settimana
    Non consumare più di un bicchiere di alcol al giorno per le donne e due per gli uomini
    Mantenere l’indice di massa corporea (BMI), cioè il rapporto tra la misura del proprio peso e quella della propria altezza al quadrato, tra 18, 5 e 27,5

Il rischio di tumore così facendo si può ridurre tantissimo, in varie percentuali a seconda del tipo di patologia: il cancro ai polmoni può diminuire dell’80%; quello intestinale del 30%; quello della prostata fino al 21% e quello al seno fino al 12%.
Purtroppo però recenti stime indicano che solo il 18% delle donne si attengono scrupolosamente a queste regole. Va un po’ meglio con gli uomini che arrivano al 25%.

Gli autori della ricerca hanno dichiarato che “questi risultati rafforzano l’importanza predominante dei fattori di stile di vita nel determinare il rischio di cancro. Pertanto, la prevenzione primaria deve rimanere una priorità per il controllo del cancro”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese