Oggi su Wellness Farm

Una sana colazione con il farro soffiato

Una sana colazione con il farro soffiato

Il pilates contro i dolori mestruali

Il pilates contro i dolori mestruali

Rimedi naturali contro il mal di schiena

Rimedi naturali contro il mal di schiena

Maschera idratante viso fai da te

Pelle del viso secca? Ecco una maschera idratante fai da te da applicare ogni 2 settimane. Si tratta di un rimedio beauty facile da preparare a base di miele, latte e farina.

Cosa occorre? 2 cucchiai di miele, 2 cucchiai di farina e 2 cucchiai di latte. Per preparare questa maschera fai da te idratante da applicare sul viso prendere una ciotola e mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa e omogenea. Stendete la maschera sul viso con l’aiuto di un pennello. Potete utilizzarla se ne avete bisogno anche su tutto il resto del corpo. Lasciatela agire per 15-20 minuti e risciacquate delicatamente con acqua tiepida. Dopodiché stende sul viso la vostra consueta crema idratante.

Se avete una pelle particolarmente secca potete utilizzare un’altra maschera fai da te: sbattete un tuorlo con la forchetta finché non sarà cremoso, aggiungete lo yogurt, il miele e la farina. Applicate il composto su viso e collo e tenetelo in posa per almeno 15 minuti. Sciacquate via con acqua tiepida e asciugate il viso tamponando con una salvietta morbida, fatelo delicatamente, senza sfregare.

Se invece la pelle del vostro viso è mista,munitevi di argilla bianca, infuso di camomilla e bardana (trovate tutto in erboristeria). Fate bollire le foglie di bardana per 5 minuti e frullatele. Dopodiché unitele all’argilla diluendo pian piano con l’infuso di camomilla tiepida. Una volta raggiunto un composto omogeneo, stendetelo sul viso e tenetelo in posa per almeno 10 minuti. Si tratta di una maschera riequilibrante adatta sia per la zona T che per quella secca.

Quando applicate la maschera per il viso ricordate sempre di non metterla mai sul contorno occhi. La pelle in quel punto è molto delicata e sottile, per trattarla ci sono trattamenti specifici.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese