Oggi su Wellness Farm

Come preparare il frullato per fare il pieno di antiossidanti

Come preparare il frullato per fare il pieno di antiossidanti

Sleep divorce, dormire separati fa bene al tuo sonno

Sleep divorce, dormire separati fa bene al tuo sonno

Se mentre ti alleni stai attaccato al cellulare

Se mentre ti alleni stai attaccato al cellulare

Cosa succede al tuo corpo quando mangi troppo poco

Molte persone si convincono erroneamente che mangiare meno, o mangiare poco in generale, sia una strategia utile per perdere peso. In realtà è vero il contrario: se mangiamo troppo poco otteniamo l’effetto esattamente opposto.

Il mito del mangiare meno e muoversi di più ha dato vita a una serie di cattive pratiche perché ciò che accade al nostro corpo quando mangiamo troppo poco è che probabilmente perdiamo peso nel breve periodo ma non perdiamo grasso. Anzi, il corpo tenderà a stoccarne di più in vista dei momenti di “carestia”, quando lo affamiamo.

Bisogna considerare infatti che il nostro peso corporeo dipende sia dalla massa magra che dalla massa grassa (oltre che da ossa, organi e tutto ciò di cui siamo composti). È sulla massa che noi possiamo intervenire, ma è importante non intaccare la massa magra, cioè il muscolo, ma agire sulla massa grassa, cioè l’accumulo adiposo.

Mangiando troppo poco il corpo reagirà attaccando la massa magra, rallentando il metabolismo e ponendo il corpo in modalità sopravvivenza per consumare meno energia possibile. Tutto quello che non dovrebbe accadere.

Adeguare le calorie per creare un deficit energetico è una strategia normale, ma non possiamo mai scendere sotto un tot calorico necessario perché il nostro corpo funzioni correttamente: respirare, pompare il sangue, camminare, lavorare.

Mangiare troppo poco inoltre influisce negativamente sull’umore abbassando la qualità della nostra vita quotidiana. Al calo di energie corrisponderà dunque anche un calo dell’umore, con effetti disastrosi su ogni aspetto della vita.

Va inoltre tenuto da conto che mangiare poco per il resto della vita, sentendosi perennemente a dieta, non è sostenibile. Né ha senso fare diete altalenanti seguite da abbuffate clamorose. È la qualità della dieta – intesa come sistema alimentare a lungo termine – che fa la differenza. Cioè imparare cosa mangiare, quando mangiare e quanto mangiare per vivere in salute. Il peso verrà da sé.

Foto di Thought Catalog su Unsplash

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese