Oggi su Wellness Farm

Il ritorno in palestra: come scegliere quella giusta

Il ritorno in palestra: come scegliere quella giusta

Bibite senza alcol, è sempre tutto vero?

Bibite senza alcol, è sempre tutto vero?

Lo yoga mat interattivo

Lo yoga mat interattivo

Colidiretti: olio, pane, pasta, frutta e verdura in calo

dieta-mediterraneaCrollo dei consumi alimentari con la crisi. Un fatto che ha modificato segnificativamente le abitudini degli italiani a tavola: hanno detto addio ai prodotti principi della dieta mediterranea. Olio, vino, frutta e verdura, pasta, pane, sono tutti prodotti che hanno visto un forte calo nelle vendite. Questo quanto emerge da una approfondita analisi di Coldiretti. Quest’anno però è prevista una ripresa degli acquisti alimentari che nel 2014 hanno toccato il fondo.

L’olio d’oliva ha visto un calo degli acquisti del 25%. Il vino, invece, è calato del 19% con consumi che si aggirano intorno ai 20 milioni di ettolitri. Preoccupante anche la situazione della frutta e della verdura fresca: un calo del 7% ha fatto sì che i consumi per persona si fermassero a poco più di 130 chili all’anno, ovvero a non più di 360 grammi al giorno rispetto ai 400 grammi consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Coldiretti ha anche evidenziato che in Italia solo il 18% della popolazione di età superiore a 3 anni consuma almeno 4 porzioni di frutta e verdura al giorno. Calate anche le vendite della pasta, anche se gli italiani, con circa 26kg all’anno a persona, ne rimangono i maggiori consumatori. Mai stato così basso il consumo di pane, pari a meno di due fettine al giorno. Dati non rassicuranti per la salute e il benessere: Coldiretti, infatti, sottolinea come pane, pasta, pesce, frutta, verdura, olio extravergine di oliva e un bicchiere di buon vino consumati a pasti regolari si sono dimostrati un elisir di lunga vita per gli italiani che fino ad oggi si sono classificati tra i più longevi del mondo con una vita media che ha raggiungo i 79,8 anni per gli uomini e gli 84,8 per le donne. Ma la situazione in futuro potrebbe cambiare a causa degli stili alimentari delle nuove generazioni, in aumento bambini obesi e in sovrappeso: l’8% dei bambini salta la prima colazione, il 31% non la fa in modo adeguato, il 41% assume abitualmente bevande zuccherate e gassate mentre solo il 25% dei genitori dichiara che i propri figli consumano quotidianamente frutta e verdura. Dati raccolti da un campione di bambini di età compresa 8-9 anni nelle scuole primarie dall’indagine “Okkio alla Salute”, promossa dal Ministero della Salute.

Per “formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti e valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea, ricostruendo il legame che unisce i prodotti dell’agricoltura con i cibi consumati ogni giorno”, la Coldiretti ricorda il proprio impegno nel progetto “Educazione alla Campagna Amica” che coinvolge oltre centomila alunni delle scuole elementari e medie in tutta Italia in oltre tremila lezioni in programma nelle fattorie didattiche e negli oltre cinquemila laboratori del gusto organizzati nelle aziende agricole e in classe.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese