Oggi su Wellness Farm

La cyclette nascosta nell’armadio

La cyclette nascosta nell’armadio

Soul, la radio che trasmette suoni rilassanti

Soul, la radio che trasmette suoni rilassanti

Ridurre il sale per stare meglio, ma come si fa?

Ridurre il sale per stare meglio, ma come si fa?

Ridurre il sale per stare meglio, ma come si fa?

L’ipertensione è un problema che riguarda molte più persone di quanto si creda e ridurre il sale è il primo passo per migliorare il proprio stato di salute controllando la pressione. Scopriamo alcuni trucchi che ci aiutano a ridurre il sale o controllarlo meglio.

I rischi di una pressione arteriosa troppo alta li conosciamo bene e sono connessi soprattutto ai problemi cardiovascolari. Se possiamo agire nel nostro quotidiano cominciando proprio dalla tavola, tanto vale cominciare presto. Prima possibile. Subito.

Esistono ottimi sostituti del sale che riducono la quota di sodio ma aggiungono invece il potassio che ha un migliore effetto sulla pressione sanguigna, cioè praticamente l’opposto. È una buona opzione anche preferire spezie ed erbette per condire i cibi aggiungendo sapore ma senza aggiungere neanche un pizzico di sale.

Un rischio ben più insidioso invece è il sodio nascosto in alimenti molto processati. Spesso non ci rendiamo conto di quanto possano essere salati e dunque aumentare esponenzialmente l’ingestione di sodio quotidiana. Vanno evitati il più possibile ad esempio gli insaccati. Vale anche per i prodotti in scatola che spesso nell’acqua di conservazione celano alto contenuto di sale. Una buona idea è risciacquarli con cura prima dell’uso.

Alta la concentrazione di sale anche in formaggi molto stagionati, che probabilmente non vorremmo mai eliminare se adoriamo questo genere di alimento ma che possiamo ridurre con maggiore consapevolezza.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese