Oggi su Wellness Farm

Capelli, il nuovo colore è l’Amethyst

Capelli, il nuovo colore è l'Amethyst

A Zagaralo il Festival della Gioia e Benessere

A Zagaralo il Festival della Gioia e Benessere

La dieta volumetrica

La dieta volumetrica

Passione Tango a Roma

Adoro ballare, mi piace molto e credo sia uno dei modi più divertenti per mantenersi in forma. In particolar modo, sono molto affascinata dal Tango Argentino. Caldo, passionale, sta prendendo sempre più piede in Italia. Dopo essere stato definito dall’UNESCO “Patrimonio mondiale dell’umanità”,  è diventato ancora più popolare e sono tantissimi i festival che gli vengono dedicati sia nel Bel Paese che in tutta Europa. E’ tutto un pullulare di milongas (luoghi deputati per ballarlo) e scuole che propongono un’infinità di eventi a tema.

A Roma dal 12 al 21 settembre, all’Auditorium Parco della Musica, si terrà un festival dedicato al Tango. In attesa di questo evento così importante, tutti gli appassionati che si trovano nella Capitale potranno seguire il seminario tenuto dal maestro e ballerino Gianluca Buzi, in collaborazione per il mese di agosto, con Sabrina Garcìa, presso la milonga Tanguera Bruja in via dell’Appio Claudio 115 (per maggiori informazioni scrivere a tangofuego1@gmail.com).
Formatosi a Buenos Aires, Gianluca Buzi è conosciuto come uno dei migliori ballerini e maestri di Tango Argentino. La sua capacità di trasmettere e coniugare tecnica, passione, amore, allegria per questa danza lo fanno, a detta anche di numerosi artisti internazionali, un “italiano porteño” , qualità che gli hanno permesso di lavorare anche nelle stesse milongas e cafe’ di Buenos Aires e di essere apprezzato dai  grandi maestri e ballerini della stessa città, definita in passato, la Parigi del Sud America. Le sue lezioni di gruppo sono una miscela di allegria, attenzione ai dettagli e rigorosamente limitate a piccoli gruppi di persone. Le lezioni private, invece,  sono rivolte a chi realmente voglia innalzare, e di molto, il proprio livello di tango, dal principiante assoluto, all’avanzato. Questo perché, ci spiega Gianluca (o Juan Lucas come lo chiamano in Argentina), “quando un allievo ti paga, devi sapere di avergli trasmesso veramente qualcosa e lui stesso deve essere consapevole di aver fatto il massimo per giustificare la spesa che , soprattutto di questi tempi, e’ un aspetto delicato. Il tango è una forma di comunicazione meravigliosa, ma va rispettato nei sui codici che sono immutati da un secolo. Oggi è diventato un business per molti e ultimamente anche nell’insegnamento c’è poca professionalità e responsabilità. La Danza in generale è “consapevolezza”, e l’arte dell’insegnamento e’ un tema a parte che viaggia parallelamente al puro tango ballato”.

Il Tango – come spiega lo stesso Gianluca Buzi – non è un “ballo”. E’ una “danza popolare” che “sublima” il bisogno intrinseco di ognuno noi di abbracciare, di essere abbracciati e di “parlare senza parlare”. Tutto questo avviene ormai con differenti colori di espressione nelle sue forme più varie. Dal semplice Tango Salòn, che si pratica nelle “milongas”, al “Tango Escenario”, come espressione ed esplosione del virtuosismo e repertorio di due ballerini” . “Il tango non ha “etichette” – aggiunge il maestro – L’improvvisazione è il suo verbo. E il compito di una buon Maestro con la M maiuscola è quella di far “funzionare” ogni corpo, che è diverso uno dall’altro, e metterlo in comunicazione con il cuore, la respirazione, la tecnica”.

Ti potrebbero interessare anche:

2 commenti to "Passione Tango a Roma"

  1. Lavinia ha detto:

    Bello il tango, mi piacerebbe prendere delle lezioni!

  2. Stefy ha detto:

    Sia Roma che il tango sprigionano tanta sensualità.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese