Oggi su Wellness Farm

Jovanotti e la dieta Bulletproof

Jovanotti e la dieta Bulletproof

Rughe? Ecco i cibi che non dovrebbero mai mancare in tavola!

Rughe? Ecco i cibi che non dovrebbero mai mancare in tavola!

Succhi vivi contro i dolori mestruali

Succhi vivi contro i dolori mestruali

Chirurgia Plastica: ecco gli interventi più richiesti!

L’Aicpe, Associazione Italiana di Chirurghi Estetici, ha condotto un’indagine tra i chirurghi italiani e ha stilato una classsifica degli interventi più richiesti: al primo posto l’aumento di seno seguito dalla liposuzione e dal ringiovanimento dello sguardo. La medicina estetica, con iniezioni di acido ialuronico e botulino, è in forte crescita. Nonostante la crisi economica, gli italiani non rinunciano a prendersi cura della propria bellezza.

“E’ la prima volta in Italia che un’associazione conduce un’indagine su grandi numeri e su larga scala dedicata alla chirurgia estetica – afferma Giovanni Botti, presidente di Aicpe – Si tratta di elementi importanti per fotografare uno spaccato della nostra società. Il tema della bellezza ha un ruolo sempre maggiore nella vita quotidiana ed è importante monitorare l’andamento di questo settore, per capire in quale direzione si sta andando”.

Al sondaggio, stilato attraverso un questionario a risposta multipla, hanno partecipato 347 specialisti di tutto lo Stivale (la ragione maggiormente rappresentata è stata l’Emilia Romagna, a seguire Lombardia e Veneto). Gli interventi chirurgici effettuati nel 2011 sono ben 52.878. Mentre quelli meno invasivi di chirurgia estetica superano i 170 mila.
11.300 gli interventi di mastoplastica additiva. 10.267 quelli di liposuzione. 8.121 le blefaroplastiche eseguite.

Tra gli interventi di chirurgia estetica, il più richiesto è l’iniezione di acido ialuronico (46.909), seguito dal trattamento con la tossina botulinica (40.394). Al terzo posto, la laser-depilazione (13.374).
Rispetto al 2010, nel 2011 si è registrato un calo di interventi chirurgici dell’8-12%, mentre quelli di chirurgia estetica sono aumentati del 7-9%.

“Sono dati molto significativi che ci permettono di fotografare un settore in evoluzione – commenta il presidente di AicpeInnanzitutto, resta elevata l’attenzione in Italia nei confronti del proprio aspetto fisico. Le italiane si confermano amanti del proprio décolleté e non rinunciano a una o due taglie in più di reggiseno. Così come il rimodellamento del corpo, con l’eliminazione del grasso in eccesso, è un indicatore della grande attenzione che viene posta al proprio aspetto”.

L’aumento degli interventi non chirurgici viene così spiegato: “Credo possa imputarsi a una minore disponibilità di spesa, anche se il calo non è così marcato come si sarebbe potuto immaginare in un contesto economico a tinte fosche come l’attuale – afferma Botti – Per gli italiani la cura di sé è prioritaria: a fronte di un budget più limitato, si orientano verso interventi di medicina estetica, meno costosi della chirurgia, come dimostra l’aumento in questo settore”.

L’Aicpe ha inoltre sottolineato: “E’ importante che i pazienti si rivolgano a professionisti anche per interventi non chirurgici: la professionalità e l’esperienza sono basilari per evitare spiacevoli effetti collaterali o risultati non soddisfacenti”. “La gente deve identificare nel chirurgo plastico la figura di riferimento per questo tipo di interventi, in quanto sono le persone più qualificate per svolgere questo tipo di attività”.

Ti potrebbero interessare anche:

5 commenti to "Chirurgia Plastica: ecco gli interventi più richiesti!"

  1. Giusy ha detto:

    Ah ecco, la gente piange che non c'ha un euro, però quando si tratta di ritocche non si bada a spese

  2. Loredana ha detto:

    Io mi rifarei il naso invece 🙂

  3. Fausta ha detto:

    Io mi vvorei tirare su le palpebre

  4. laura ha detto:

    Io l'ho fatto! Ho scelto un chirurgo plastico che è socio dell'AICPE (http://www.mariodini.it/) e sono molto contenta del risultato! 😉

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese