Oggi su Wellness Farm

Maschera per il viso all’arancia

Maschera per il viso all'arancia

Una pausa dalla dieta per perdere peso

Una pausa dalla dieta per perdere peso

Occhiaie addio con il succo di pomodoro

Occhiaie addio con il succo di pomodoro

Pierre Dukan denunciato da una paziente

Si torna a parlare di Pierre Dukan. Il famoso medico, inventore dell’altrettanto famosa dieta,  denunciato da una paziente. Pare abbia prescritto alla donna il farmaco Mediator, un antidiabetico, come “togli-fame”.

Dukan dovrà presentarsi di fronte all’Ordine dei Medici per una procedura di conciliazione. Secondo la donna, oggi una 70enne con problemi cardiaci, gli avrebbe prescritto il farmaco per diversi mesi senza prendere in considerazione le indicazioni. Lo avrebbe prescritto per ridurre la fame, senza avvertire la paziente dei rischiosi effetti collaterali. Non solo, Dukan l’avrebbe fatta pure rimborsare dalla Cassa assicurativa per un uso differente. Non avrebbe nemmeno svolto alcun esame di approfondimento, né analisi del sangue, né valutazioni cardiovascolari. L’antidiabetico, infatti, può avere effetti pericolosi sul cuore. Il medicinale è sotto accusa per essere stato assunto da centinaia di pazienti come dimagrante. Tra il 1976 e il 2009 è stato prescritto a circa 5 milioni di pazienti. Secondo l’Associazione di difesa delle vittime del Mediator (Avim) tra le 500 e 2000 persone sarebbero morte a causa dei suoi effetti.

Ti potrebbero interessare anche:

2 commenti to "Pierre Dukan denunciato da una paziente"

  1. Divano Letto ha detto:

    Un grosso limite della dieta Dukan è nel fatto che, come tutte le diete iperproteiche, una volta terminata la fase "di attacco" in cui vi è un evidente calo di peso, l'organismo reagisce in maniere differenti, e in molti casi i soggetti recuperano i chili perduti in maniera molto rapida.
    In linea generale, le diete in cui sono previsti forti squilibri tra sostanze nutritive sono da osservare con un certo scetticismo…

  2. Sabrina ha detto:

    Daje, sto Dukan nn trova pace!

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese