Oggi su Wellness Farm

Il benessere passa dal naso: le candele City Exclusive di Diptyque

Il benessere passa dal naso: le candele City Exclusive di Diptyque

Esercizio fisico e attività fisica sono due cose diverse: ecco perché

Esercizio fisico e attività fisica sono due cose diverse: ecco perché

Questa è l’ora giusta in cui andare a dormire, parola di scienza

Questa è l’ora giusta in cui andare a dormire, parola di scienza

Andare a correre va di moda, ma quando ha avuto origine il running?

Durante la pandemia ha guadagnato un posto di rilievo nelle nostre vite, anche in quella di chi non aveva mai fatto alcuno sport. Parliamo della corsa, che è diventata non solo occasione per godersi l’aria aperta in tempi di lockdown ma anche un ottimo alleato di benessere.

Finite le chiusure, allentate le misure restrittive, per molti la corsa è rimasta una compagna quasi quotidiana. I suoi vantaggi sono indubbi e se n’è accorto anche chi aveva sempre rifiutato di faticare e sudare. Ne vale la pena perché le endorfine salgono, l’umore migliora, il corpo si rafforza. E si bruciano calorie, che non guasta mai nelle nostre vite super sedentarie.

Correre 3-4 volte a settimana, anche per poco tempo, ci aiuta dunque a migliorare notevolmente il nostro benessere su tutti i livelli, sia fisico che mentale. E se associamo la corsa a un allenamento di forza e a una dieta regolare e varia, i risultati saranno stupefacenti.

Ma quando è successo che la corsa diventasse una pratica sportiva regolare? Nella storia, intendiamo, non nel caso recente della pandemia. Te lo sei mai chiesto? In origine era una strategia di fuga: i cacciatori preistorici dovevano fuggire davanti alle prede che non intendevano essere tali. O ai predatori per cui le prede eravamo noi.

Già nell’antica Grecia però era una disciplina olimpica. Una data esatta di nascita della corsa come attività fisica, senza altro scopo che divertirsi, non la conosciamo. Ma da allora nei palmares del mondo si sono succeduti grandi campioni. A noi basta un po’ di jogging per sentirci bene, senza velleità da campioni.

Del jogging sappiamo qualcosa con più sicurezza, almeno a dar credito alla leggenda di Bill Bowerman, uno dei fondatori di Nike e allenatore all’università dell’Oregon. Durante una visita in Nuova Zelanda nel 1962 si rese conto che molti anziani praticavano la corsetta per tenersi in salute. Con ottimi risultati. Nel 1967 fondò un club di jogging negli Stati Uniti e pubblicò un libro che incoraggiava ad andare a correre senza scopi competitivi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese