Oggi su Wellness Farm

Cellulite? Ecco i consigli dell’Estetista Cinica

Cellulite? Ecco i consigli dell'Estetista Cinica

Pilates, pancia piatta con la Step barrel

Pilates, pancia piatta con la Step barrel

Louise Kenny, bellissima a 59 anni con lo yoga

Louise Kenny, bellissima a 59 anni con lo yoga

Eleonora Abbagnato rivela come si tiene in forma

Eleonora Abbagnato, 39 anni, rivela a Ok Salute come si mantiene in forma: “Sedute dall’osteopata, massaggi e visite dal podologo. Così mi prendo costantemente cura del mio corpo, perché la danza è una professione tanto stimolante quanto dura fisicamente, che richiede un’intensa preparazione settimanale. La mia giornata lavorativa inizia alle 9 e finisce alle 18 e gli esercizi alla sbarra, che noi ballerine ripetiamo quotidianamente fin da quando eravamo piccole, costituiscono il miglior allenamento”.

“Non mi faccio seguire da un coach, preferisco ascoltare il mio fisico e seguire un mio
particolare programma di allenamento, che ha alla base lo stare bene con sé e l’essere felici, perché, poi, il nostro fisico ci segue e si comporta di conseguenza. Non amo molto, invece, la corsa e gli sport a corpo libero, che trovo faticosi e inutili dal punto di vista
della conoscenza del proprio corpo, a differenza del pilates, che, come lo yoga, oltre a rilassarmi mi ha aiutato a essere consapevole di me stessa. Ho praticato per anni quest’ultima disciplina e mi ha aiutato a rimettermi subito in forma anche dopo le due maternità, tanto che appena tre mesi dopo la nascita di Gabriel, il mio secondogenito, ho ballato nel ruolo di Manon all’Opéra di Parigi”, racconta Eleonora Abbagnato.

L’etoile rivela inoltre la sua dieta: “Dal punto di vista dell’alimentazione ho iniziato a prestare maggiore attenzione a quello che mangio solamente con l’arrivo di Julia, oggi sei anni, e Gabriel, tre, e questo ha ulteriormente contribuito al mantenermi tonica. Tra l’altro mi piace molto cucinare, anche al termine delle lunghe giornate di lavoro: il piatto che mi riesce meglio è la parmigiana. Tuttavia, a causa del lavoro mi capita spesso di saltare il pranzo, ma, quando posso, mi concedo il mio piatto preferito, la pasta condita – carbonara, amatriciana, al pesto, essendo mia madre genovese, o alla siciliana con verdure, zucchine e melanzane – con il risotto come alternativa, seguita da pollo, o comunque da un secondo più leggero, e verdure. Per colazione, invece, pane nero tostato con burro e un po’ di marmellata, oltre all’irrinunciabile caffè. Consumo pochi dolci, non amando gli zuccheri, ai quali preferisco di gran lunga il salato. Il mio punto dolente è, però, l’idratazione, con il medico che non manca mai di farmelo notare. So che è molto importante, ma proprio non sono un’amante dell’acqua. Bevo tanti caffè e, avendo bambini a casa, a volte mi lascio tentare dalla Coca Cola”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese