Oggi su Wellness Farm

Insalate per combattere il caldo estivo: ricette insolite e gustose

Insalate per combattere il caldo estivo: ricette insolite e gustose

Yoga per il viso, cos’è e perché ci piace (e ci conviene) farlo

Yoga per il viso, cos’è e perché ci piace (e ci conviene) farlo

Siesta e caffè: ecco come ricaricarti alla grande con un pisolino

Siesta e caffè: ecco come ricaricarti alla grande con un pisolino

La dieta dei 5 giorni al mese

dieta_5_giorni_al_mese 5 giorni al mese di dieta stretta per dimagrire. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cell Metabolism, basterebbe praticare una dieta con poche calorie simile al digiuno per alcuni giorni al mese per perdere peso, ridurre il rischio di cancro e infarti e rigenerare il corpo.

“Si tratta di una dieta periodica tra le 750 e le 1.050 calorie da praticare per 5 giorni di fila ogni mese, ha spiegato Valter Longo, direttore dell’Istituto di longevità della University of Southern California, che ha coordinato la ricerca.
Non si tratta di un vero e proprio digiuno e nemmeno di una classica dieta che dura nel tempo. Si chiama Fasting Mimicking Diet, ovvero dieta che mima il digiuno e che in realtà si riduce a 5 giorni consecutivi al mese in cui si riducono le calorie dal 34 al 54%. Per il resto del tempo si mangia quello che si vuole.
Longo ha anche fondato un’azienda che produce un kit di zuppe liofilizzate, barrette di cerali e bustine di tè da consumare durante i 5 giorni di semidigiuno. Il kit sarà disponibile a breve anche in Italia.
Per chi preferisce cucinare dei pasti fatti in casa, le regole per seguire la Fasting Mimicking Diet sono poche: molte verdure, poche proteine, zuccheri ridotti al minimo.
Il piano alimentare però deve essere composto con attenzione: il primi giorno vanno assunte circa 1000 calorie, con il 10% di proteine, il 56% di grassi e il 34% di carboidrati. Nei quattro giorni successivi, le calorie scendono a 750, con il 9% di proteine, il 44% di grassi e il 47% di carboidrati.

Esempio: un’insalata verde abbondante con 100 grammi di gamberi bolliti, condita con olio di oliva e limone, arriva a poco più di 300 calorie; 100 grammi di salmone affumicato con verdure cotte invece arriva a 200 calorie.
“L’importante – spiega Longo – è farsi seguire sempre da un medico o un dietista. Un diabetico che assume insulina, per esempio, non può seguire questa dieta”.
La dieta dei 5 giorni al mese ha dimostrato di apportare parecchi benefici alla salute: longevità, prevenzione del cancro, sistema immunitario ringiovanito, tessuti che si rigenerano più velocemente.

“Durante il digiuno, gli organi si restringono, le cellule buone si ripuliscono mentre quelle danneggiate muoiono”, dichiara Longo. “Quando poi si torna a mangiare, tutto il corpo si rigenera”, aggiunge.
Con questa dieta si dimagrisce, soprattutto nella zona addominale, e la massa muscolare rimane stabile o può addirittura aumentare: “Anche sei muscoli possono ridursi durante il semidugino – sottolinea l’esperto – nel periodo rigenerativo tornano al livello normale”.

La dieta dei 5 giorni al mese non è per tutti: “E’ pensata per persone decisamente in sovrappeso – sottolinea Longo – che mangiano male e non fanno esercizio fisico: seguendo la restrizione calorica per cinque giorni al mese, riescono comunque a ottenere benefici. Chi invece conduce uno stile di vita sano può farlo due o tre volte l’anno”.

Longo ha un suo metodo: consuma solo due pasti al giorno, evita i carboidrati semplici, mangia quasi solo pesce e verdure. Ogni tanto anche lui segue il semidigiuno per rigenerarsi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese