Oggi su Wellness Farm

Dieta? Rimandatela a settembre!

Dieta? Rimandatela a settembre!

Gli alimenti per un’abbronzatura perfetta

Gli alimenti per un'abbronzatura perfetta

Un frullato indratante e dimagrante

Un frullato indratante e dimagrante

Chi sgarra a dieta lo fa alle 15 e 23…

Cedere alle tentazioni alimentari quando si decide di mettersi a dieta è molto facile. Ora uno studio ha stabilito  che le 15 e 23 è l’ora in cui ci sono maggiori probabilità di sgarrare…

I ricercatori hanno posto delle domande a 1.520 persone a dieta ma che non riuscivano a osservarla in modo scrupoloso. Dai dati raccolti è emerso che il 62% degli intervistati cadeva in tentazione a metà pomeriggio. Solo il 16% sgarrava al mattino e il 22% la notte. Tra i motivi dati dai volontari presi a campione, la noia e lo stress sul lavoro. Tutte cose che facevano perdere loro la forza di volontà per proseguire con il regime alimentare dettato dalla dieta.
“Una delle cose che eravamo desiderosi di stabilire era l’andamento dei fallimenti e così abbiamo chiesto alla persone se potevano ricordare il momento della giornata in cui avevano precedentemente abbandonato la loro dieta. Abbiamo presto scoperto che a metà pomeriggio, più specificamente tra le 15.00 e le 15.30, è stato il momento più precario per la maggior parte delle persone che erano a dieta”, ha spiegato il nutrizionista Atkins al Daily Express. “Siamo stati poi in grado di elaborare, attraverso le nostre risposte, il tempo medio di infrazione e si avvicinava con la massima precisione  alle ore 15.23. Questo è il momento in cui le persone che sono a dieta sono più soggette a infrazioni a causa di una serie di fattori diversi, vale a dire la voglia di una sferzata di energia a metà pomeriggio o l’uso del cibo come stampella emotiva”. “Quindi, oltre a consigliare alle persone di guardare la quantità di zuccheri e l’assunzione di carboidrati, noi consigliamo di guardare anche il loro orologio. Essere consapevoli del momento della giornata quando si è più soggetti a problemi con la dieta può fare molto per aiutare a rimanere in pista”, ha aggiunto il dottor O’Byrne.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese