Oggi su Wellness Farm

Ayayoga, la disciplina che unisce yoga, danza classica e forza

Ayayoga, la disciplina che unisce yoga, danza classica e forza

Per quanto tempo puoi saltare l’allenamento senza perdere massa muscolare?

Per quanto tempo puoi saltare l’allenamento senza perdere massa muscolare?

Neofita dello spinning? Qualche consiglio per te

Neofita dello spinning? Qualche consiglio per te

Carne rossa, meglio non esagerare!

A quanto pare hanno ragione i vegetariani: sostituire la carne rossa con noci, pesce e legumi aiuta a ridurre la mortalità del 20%. Questo è quanto rivelato da uno studio fatto dai ricercatori di Harvard e pubblicato su Archives of Internal Medicine. Dando un taglio del 50% al consumo giornaliero di hamburger e bistecche  si potrebbero evitare il 9,3% (per gli uomini) e il 7,6% (per le donne) dei decessi dovuti a malattie cardiovascolari e ai  tumori.

Le più dannose sono le carni lavorate, quelle sottoposte alla trasformazione industriale, in quanto sono più ricche di grassi saturi e sale. La ricerca, che ha coinvolto 37.698 uomini e 83.644 donne, ha calcolato che la mortalità aumenta del 12% per ogni porzione di carne rossa consumata, del 13% per tagli di carne non troppo lavorati e addirittura del 20% per quelli lavorati.

La dieta ideale, secondo i ricercatori di Harvad, dovrebbe essere a base di legumi, pesce, pollo, frutta secca, cereali e latticini “light”. Ogni volta che, al posto della carne, viene mangiato del pesce, il rischio di mortalità diminuisce del 7%, del 15% con carne bianca, del 19% con la frutta secca, del 10% coi legumi e coi latticini magri, del 14% con i cerali integrali.

Ti potrebbero interessare anche:

4 commenti to "Carne rossa, meglio non esagerare!"

  1. Giusy ha detto:

    La carne rossa fa malissimo, poi quella indutriale la pompano con gli ormoni!

  2. Loredana ha detto:

    Però a me piace troppo 🙁

  3. Ilaria ha detto:

    Ah io sono vegetariana 🙂 Mi salvo!

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese