Oggi su Wellness Farm

Insalate per combattere il caldo estivo: ricette insolite e gustose

Insalate per combattere il caldo estivo: ricette insolite e gustose

Yoga per il viso, cos’è e perché ci piace (e ci conviene) farlo

Yoga per il viso, cos’è e perché ci piace (e ci conviene) farlo

Siesta e caffè: ecco come ricaricarti alla grande con un pisolino

Siesta e caffè: ecco come ricaricarti alla grande con un pisolino

Acne da giovani? Meno rughe da ‘grandi’!

acne_rugheChi soffre di acne da giovane avrà meno rughe in età più matura. I segni caratteristici dell’invecchiamento, affermano gli esperti, compaiono tardivamente nelle persone che hanno avuto l’acne durante l’adolescenza. Queste persone, insomma, portano meglio i loro anni.

Uno studio realizzato dai ricercatori del Kings College di Londra, pubblicato sulla rivista Journal of Investigative Dermatology, ha rilevato le ragioni di questo fenomeno che permette agli ex adolescenti con acne  di avere meno rughe da adulti : “Che l’invecchiamento della pellesia tardivo nei soggetti con una storia di acne è esperienza clinica consolidata ma non si è mai fata ricerca su questo fronte”, ha dichiarato Mario Falchi, professore associato presso il Kings College di Londra, che, insieme a Veronique Betaille, ha coordinato lo studio.
“La maggiore conicità della pelle di soggetti con storia di acne veniva per esempio attribuita all’aumentata attività delle ghiandole sebacee alla quale consegue una maggiore secrezione di sebo ovvero di sostanza grassa in grado di mantenere oleosa la pelle – ha spiegato Falchi – Presso il nostro dipartimento studiamo un campione di soggetti formato da circa 12mila gemelli, campione ritenuto rappresentativo della popolazione inglese. Si tratta di volontari, gemelli sia monozigoti (i gemelli identici) che dizigoti. Fra questi abbiamo preso in esame, in particolare, 1.205 gemelle e siamo andati a valutare la lunghezza dei telomeri, ovvero delle porzioni terminali dei cromosomi presenti nei loro globuli bianchi”. I telomeri sono le porzioni terminali dei cromosomi e hanno un effetto protettivo durante i processi di replicazione cellulare in quanto impediscono la perdita di materiale genetico durante questo processo. La lunghezza dei telomeri nei globuli bianchi è un parametro utilizzato per studiare l’invecchiamento biologico. Cellule più vecchie, andate incontro a un maggior numero di replicazione, possederanno telemetri più corti. Insomma, maggiore è la lunghezza dei telomeri e più lunga sarà la vita della cellula.

Le gemelle coinvolte nello studio hanno compilato un questionario sulla loro storia clinica di acne, se ne hanno avuto, e il tipo di trattamento eseguito. Su 1.205, 293 avevano avuto l’acne durante l’adolescenza. Tramite accurate analisi, si è evidenziato che i temoleri nei cromosomi dei globuli bianchi di soggetti con una storia di acne fossero nettamente più lunghi rispetto a quelli delle persone senza problemi di pelle: “Studiando, da un punto di vista genetico, campioni di biopsie di pelle abbiamo scoperto che nei soggetti con storia di acne è anche meno presente una proteina che si chiama APAK e che agisce da regolatore del ciclo cellulare proteggendo la cellula dalla morte – ha spiegato Falchi – Il quadro che emerge ci spinge ad avviare ulteriori ricerche volte ad approfondire i meccanismi coinvolti nell’invecchiamento della pelle così come la comparsa di tumori correlati all’incidenza di acne”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese