Oggi su Wellness Farm

Smagliature addio con l’avocado

Smagliature addio con l'avocado

Un frullato abbronzante

Un frullato abbronzante

Come proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine

Come proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine

Le castagne regine dei centri benessere

L’Italia è il primo produttore europeo di castagne. Frutto principe dell’autunno è ricco di fibre, minerali e vitamine. Grazie alle sue caratteristiche viene utilizzato da molti centri benessere come un vero e proprio elisir di bellezza. Infatti, se ne sfruttano principalmente sostanze quali l’escina, estratta dai semi dell’ippocastano, i tannini, i flavonoidi e le curarine. Prinicipi attivi che sono alla base dei trattamenti autunnali proposti dai centri benessere presenti nelle principali regioni produttrici di castagne e marroni come la Toscana, la Campania, il Lazio, la Sicilia e il Piemonte.

Per il viso vengono proposte maschere astringenti e disinfettanti che contrastano l’eccesso di sebo e la formazione di brufoli. Con le castagne, inoltre, vengono fatti degli impacchi decongestionanti e tonificanti che donano luminosità alle pelli asfittiche.  Disponibili anche dei veri e propri trattamenti nutrienti e lenitivi che sfruttano i principi attivi della castagna, resi più efficaci grazie all’abbinamento con acque termali.
Per quanto riguarda la cura del corpo, tanti i prodotti a base di castagna: scrub al fango termale e farina di castagna oppure al sale marino e miele di castagno e l’olio vitaminico di ippocastano per i massaggi. Si effettuano anche bagni rinvigorenti e manipolazioni con emulsioni di castagna contro la ritenzione idrica e pediluvi rivitalizzanti a base di decotti di corteccia e foglie di castagno. Mentre per curarsi dall’interno, ottime sono le tisane rilassanti e depurative agli estratti di questo frutto autunnale.

C’è anche un rimedio “faidate” per dare lucentezza e volume ai capelli opachi e sfibrati: mescolate una purea di castagne bollite al germe di grano e all’henné puro. Lasciate in posa e risciacquate!

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese