Oggi su Wellness Farm

Gambe pesanti, gel effetto freddo fai da te

Gambe pesanti, gel effetto freddo fai da te

Blu di metilene contro le rughe

Blu di metilene contro le rughe

Smagliature addio con l’avocado

Smagliature addio con l'avocado

Dieta vegetariana, arma contro il cancro

“Chi aveva ancora dei dubbi li ha fugati. Il servizio de Le Iene mandato in onda su Italia 1 dal titolo Alimentazione e Tumori, conferma in modo inconfutabile l’esistenza della connivenza tra la lobby del farmaco e parte della classe politica per anteporre gli interessi personali alla salute del malato”, questo quanto riporta una nota diramata dal Partito Animalista Europeo, a proposito del servizio della trasmissione di Italiauno, condotta da Ilary Blasi e Teo Mammucari.

“Le dichiarazioni dell’ex ministro della Salute ed oncologo di fama mondiale, professor Veronesi, e dell’autorevole professor Berrino, ex direttore del Dipartimento medicina preventiva e predittiva dell’Istituto nazionale tumori di Milano – a conferma di quanto dichiarato dalla dottoressa De Petris specialista in nutrizione oncologica – non lasciano spazio interpretazioni di sorta: è necessario basare l’alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, cereali integrali, legumi, verdure, frutta. Non solo come prevenzione, ma come aiuto alla cura del cancro. La malattia è esplosa negli ultimi anni. Un secolo fa una persona su 30 si ammalava di cancro nel corso della vita, oggi una su 3. E l’alimentazione è la migliore medicina in modo primario”, afferma ancora il PAE. “Le medesime raccomandazioni sono state pubblicate e divulgate dal volume del Fondo mondiale per la ricerca sul cancro già dal 2007”, si legge nella nota. “Pesanti le affermazioni del professor Berrino – aggiunge il Partito Animalista Europe –  “Mediamente quello che diamo da mangiare ai nostri malati negli ospedali è il peggio del peggio. Ritengo che non faccia bene ma sa, io dico sempre, noi vogliamo bene ai nostri malati, vogliamo che tornino da noi ….Mettiamola così: se noi ci ammaliamo aumenta il pil, c’è crescita, diminuisce lo spread. La Sanità è la più grande industria nazionale, ricordava il professor Monti, e non c’è interesse economico nei confronti della prevenzione. Il risultato di tutto questo è che si è tramutata in una enorme commistione di ignoranza, di stupidità e di interessi”.

Il business del cancro è stratosferico. Uno studio di 100 oncologi pubblicato sulla rivista Blood sostiene che dei 12 farmaci approvati dall’autorità del farmaco americana, la Food and Drug Administration (Fda) nel 2012, 11 sono stati immessi sul mercato a un prezzo superiore a 100mila dollari per paziente per anno. E il costo dei medicinali esistenti di provata efficacia è stato aumentato fino a tre volte. I pazienti sono diventati le vittime finanziarie del successo del trattamento, costretti a dover pagare un prezzo ogni anno più caro per rimanere in vita”, conclude la nota del PAE.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

I più letti del mese

I più commentati del mese